Comunità aperta NADiR

 
una comunità terapeutica destinata al riequilibrio dei Disturbi di Relazione in sintonia con la Carta di Ottawa per la promozione alla salute dell'OMS (1998).
La promozione alla salute contempla sia il miglioramento degli stili di vita che obbligatoriamente interessano tutti i settori della vita quotidiana (comportamento al consumo, stile di comunicazione, alimentazione, partecipazione politica, approccio con le emozioni), sia delle condizioni di vita e delle circostanze in cui vivono le persone.

Sal & Inf : Il lavoro a turni può incidere sulla salute

a cura di Luisa Barbieri 18 maggio '15
A proposito di lavoratori e dei cambiamenti in essere negli usi del nostro Paese inserito in un disegno globale che pare dimenticare le esigenze dell'essere umano, non ci si può non soffermare su quella tipologia di dipendenti, i cosiddetti turnisti che, viste le spasmodiche esigenze di mercato, sono assoggettati ad un'organizzazione lavorativa che non può fare a meno del modello rotazione per turni.

Sal & Inf : Corpo attivo, mente attiva

 

a cura di Luisa Barbieri 27 ottobre ‘15
Partendo dal dato oramai ampiamente riconosciuto di quanto  la nostra forma fisica si rifletta nella nostra salute mentale, soprattutto nel corso del processo di invecchiamento, rimane aperto il quesito del come una buona forma fisica possa incidere favorevolmente sul funzionamento del cervello in fase di invecchiamento.

NADiRinforma segnala: Cravegna - una Comunità in festa

See video
NADiRinforma: a Cravegna, un piccola frazione del Comune di Crodo, situata alle falde del Corno del monte Cistella su un dolce pendio coronato a ovest da una superba cornice di conifere, da 26 anni l'Unione Polisportiva di Cravegna nel mese di agosto organizza una festa autogestita ed autofinanziata destinata a raccogliere fondi per migliorare

presentazione libri e documentari: "La sindrome di Mary Poppins" di Luisa Barbieri

LA SINDROME DI MARY POPPINS

STORIE DI DONNE CHE HANNO SCELTO DI NON RESTARE INCATENATE

di Angelo Boccato   (16 ottobre '15)

Nel palazzo della mente, per parafrasare un concetto dalla eccelente serie BBC Sherlock con Benedict Cumberbatch e Martin Freeman, quando si pensa a Londra si presentano simboli e figure come i cupcakes, il Big Bang, la bombetta, Dylan Dog, Groucho e Craven Road (questi ultimi per gli appassionati e appassionate di fumetti) e ovviamente Mary Poppins.

Da questo punto di vista, risulta ideale leggere proprio a Londra La sindrome di Mary Poppins (Ed.Pendragon), di Luisa Barbieri, che in effetti suona molto bene anche come The Mary Poppins syndrome. >>>> segue su Q code magazine

Sud del Mondo

Sud del Mondo

 

 

 

Condividi contenuti