NADiRinforma segnala: NO alla VIVISEZIONE

25 settembre a Roma vince Passaparola contro la Vivisezione

26 settembre 2010 | di Doriana Goracci

Ascolta con webReader

http://images.roma.corriereobjects.it/gallery/Roma/2010/09_Settembre/animalisti/1/img_1/ani_01_672-458_resize.jpg

 
Facciamo che per una volta si racconti chi  NON  c’era a Roma il 25 settembre 2010 per la Prima Manifesta Azione Nazionale contro la Vivisezione. Intanto chi NON  sapeva niente perchè i Media erano Imbavagliati o presi dal Raccolto Altre News. Andiamo avanti…NON c’era l’ombra di Movimenti pacifistinonviolentituttiattaccati, NON  c’erano Fedeli Cristiani e Cattolici, NON c’erano Scout Missionari Din Don Dan con Rivoluzione Signore e Signori della Repubblica sotto al Braccio, NON c’erano Venditori Appaltati dei Quotidiani Liberazione  e Il Manifesto , NON c’erano rappresentanti di Partito Sindacati e Laici Movimenti,  NON c’erano signore e signori giovani e/o anziani che c’ho ben altro da pensare ma vado alla Partita del Cuore.
This video was embedded using the YouTuber plugin by Roy Tanck. Adobe Flash Player is required to view the video.
Già perchè tornando in quel del  Viterbese, dove sono presi dalla Raccolta delle Nocciole, con la mì sorella siamo incappate  in una folla festosa che andava allo stadio, colori giallo rossi, era la Roma de Noantri…NON c’erano le 300.000 persone che il 3 ottobre 2009  affollarono Piazza del Popolo, con Resistenza e Amore, per  la Manifestazione per la libertà organizzata della Federazione Nazionale della Stampa: “No all’informazione al guinzaglio”. NON  c’erano gli Indignati Permanenti contro e per il Parlamento.NON c’erano le Telecamere delle TV di Stato e Private. Ai  Tiggì, è passato Nisba.
Quanti c’erano e sbattuti in cifre da sballo in primo piano ?  “Diecimila secondo gli organizzatori, cinquemila per la Questura. Sono i manifestanti convenuti da tutta Italia a Roma per protestare contro la direttiva sulla vivisezione approvata dal Parlamento Ue. Manifestazioni analoghe si sono tenute a Napoli, Cagliari, Catania, Milano e Torino.”
C’erano tante tante PERSONE,  venute non solo da Roma ma da tutte le città d’Italia, da Sud a Nord e passando per il Centro, note per la loro bestialità testarda nell’essere contro la Tortura  sugli Animali, praticata dalla Vivisezione, controfirmata a Bruxelles l’8 settembre, da 52 Facce Italiane di Bronzo, a Destra e Sinistra e al solito passando per il Centro , Papponi e Ancelle del Sacro Affare, comunemente detti anche Europarlamentari, 52 italiane e italiani da non dimenticare come il loro Esercito della Salvezza delle Case Farmaceutiche e Indotto:  A cui non daremo Pace, finchè  esiste tutto questo…
This video was embedded using the YouTuber plugin by Roy Tanck. Adobe Flash Player is required to view the video.
La Giornata della Liberazione dalle Gabbie contro la Vivisezione è stata tra le innumerevoli ,che io ho vissuto dal luglio del 2001, la prova che tutto è possibile  se lo vogliamo, senza delega alcuna. Mi permetto  solo una critica all’organizzazione, che  a volte ho  già tentato:  non fateci camminare per ore, dove ci guardano solo i palazzi chiusi i negozi altrettanto  i ministeri figuriamoci e gli alberi pure di Villa Borghese, prendiamoci la strada la Piazza, occupiamola, stiamo fermi come Animali al Pascolo, allo stato brado,  Liberi e senza Protezione. Forse stando fermi in una qualunque Piazza del Popolo…possiamo spiegare a chi ci guarda e NON sa  cosa succede a chi è in Gabbia, chi fa clic per la Tortura e NON sapeva quel che faceva ma sa quanto prende a fine ed inizio mese, sa come è garantito, sa come si fa Informazione…e Propaganda. Sediamoci sdraiamoci insieme, c’è fretta di rimanere in Vita.Grazie Web Grazie Facebook Grazie a chi non c’era ma ci ha seguito con affetto. Io e un Coniglio, a caso capitati il 25 settembre a Roma, per Aprire le Gabbie: scoprendo che appena  dietro la porta di casa mia… nostra, si può osare, e tentare tutto. In polinesiano si dice Tamata. Grazie Passaparola, i Media siamo Noi.
Doriana Goracci
This video was embedded using the YouTuber plugin by Roy Tanck. Adobe Flash Player is required to view the video.
TAMATA E L’ALLEANZA: “…E’ una parola polinesiana, che Moitessier usò come titolo per il suo libro, quel “Tamata e L’Alleanza”, che è oggi divenuto il suo testamento spirituale, Tamata è anche il nome della sua barca che aveva per albero un palo del telegrafo.Questo delirante e realista, come nessuno mai, navigatore, oggi non c’è più, ma rimane il dono della sua parola. Bene io questa parola “tamata”, l’ho fatta mia: vorrei che fosse nostra Sempre Bernard Moitessier spiegò l’Alleanza degli uomini macachi, solidali e in pace, che devono muovere, rimuovere un grande enorme tronco. Bisogna “tentare”: farlo rotolare. In un’intervista, Bernard Moitessier ebbe a dire:” No, non rischio più di spingermi troppo o non abbastanza lontano: perchè prima il sogno è andato fino in cima al sogno… e poi ha oltrepassato il sogno. E ora si deve tentare”. Credo che dovremmo riappropriarci della sfida, intesa non come competizione, ma come osare il sogno, le strade che non sono mai state praticate, quelle che piacciono ai bambini e agli anziani, lunghe e ombrose, piene di anfratti dove nascondersi per gioco o nascondere l’affanno, dove fermarsi a ragionare o mangiare avidamente per poi riprendere il cammino, dove tutti sanno che è vietato scoraggiarsi, che è giusto tentare, tentare, tentare…”

http://images.roma.corriereobjects.it/gallery/Roma/2010/09_Settembre/animalisti/1/img_1/ani_02_672-458_resize.jpg

Anche PARIGI ERA CON NOI, CONTRO…

 

http://sphotos.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-snc4/hs651.snc4/61093_470551895249_505530249_7084109_245606_n.jpg