Diritti Umani: Lettera di Mamme

Gentilissimo Sottosegretario Giovanardi,
siamo il Gruppo MAMME H , mamme con figli disabili gravi e gravissimi , siamo presenti in ogni regione italiana; abbiamo letto nei giorni scorsi il suo intervento relativo alla situazione creatasi in un piccolo Comune del Piemonte in cui, a un padre di 3 figli che era andato a chiedere una rateizzazione della quota-mensa per la figlia che frequenta la scuola primaria, è stato risposto da un consigliere comunale che avrebbe dovuto usare il preservativo invece di chiedere agevolazioni. Al di la della infelice risposta, che evitiamo di commentare visto che siamo convinte che purtroppo anche la mamma degli imbecilli non usa precauzioni , vorremmo evidenziare un altro argomento riferito alla famiglia, di cui lei ha la delega a livello governativo.
 
Vogliamo invitarla anche ad una particolare attenzione, utile a evitare abusi e soprusi, nel promuovere, incentivare e finanziare le iniziative atte alla conciliazione dei tempi di lavoro e dei tempi di cura della famiglia, in riferimento alla disabilità. Tra le nostre famiglie , spesso numerose , vi sono oltre al grande impegno che un figlio con disabilità comporta, anche problematiche finanziarie , organizzative , lavorative; spesso nelle cronache dei quotidiani le famiglie con figli disabili vengono portate alla ribalta per risvolti esistenziali gravi e a volte tragici , e mai sono state rivolte accorate parole di attenzione da parte di chi si occupa delle politiche per la famiglia come nel caso citato all'inizio della nostra lettera Non è abbastanza conosciuta l’impegnativa vita di queste famiglie, immerse in un quotidiano che può essere alienante, su un pianeta non preparato a tanta complessità. Queste situazioni hanno bisogno di maggiore attenzione , di più collaborazione, di maggiori investimenti, affinché questi nuclei familiari possano sentirsi veramente parte di questo mondo e non un mondo a parte. Noi Mamme H vorremmo poter essere incluse con le nostre prerogative, e la nostra rappresentanza tra i referenti nelle sedi in cui saranno discusse le politiche sociali familiari l’8/10 novembre 2010 alla Conferenza nazionale della Famiglia che si terrà a Milano , Crediamo che la maturità , la ricchezza di un popolo, la sua evoluzione , la sua creatività. la sue stesse modalità di vita si concretizzino da come riesca a includere i suoi cittadini , tutti i suoi cittadini , in un contesto di crescita e benessere collettivo, mentre ora non è così : una importante categoria di persone è esclusa , e noi con loro ci sentiamo escluse e siamo stanche di esserlo . Attendiamo fiduciose che questa nostra richiesta sia accolta , e che azioni concrete di ascolto e partecipazione attiva vengano messe in atto. In attesa porgiamo cordiali saluti
Per le MAMME H:
Marina Cometto 3383686730
Daniela Guccini cell.3332463767
Daniela Mignogna 3398117709
Sonia Pisani 3391473897
Luciana Gennari 335 8031152
Orietta Mariotti
Gabriella La Rovere