Sal & Inf - tosse e alimentazione

 

tosse-bambini.jpg

Tosse: si cura (anche) a tavola

di Silvia Soligon - tratto da SapereSalute

Farmaci sedativi, espettoranti e mucolitici sono utili per contrastare i diversi tipi di tosse, ma le strade per la cura e la prevenzione passano anche attraverso la cucina.

La tosse è uno dei sintomi più frequenti di un problema alle vie respiratorie. A scatenarla possono essere bronchiti, asma, gocciolamento retronasale e irritazione delle vie aeree. Anche se le forme di breve durata tendono ad autolimitarsi e a scomparire da sole, un aiuto può arrivare dai banchi della farmacia.

Non esiste, però, un solo tipo di tosse: mentre le forme secche e stizzose possono essere trattate con preparati sedativi della tosse, la tosse grassa, caratterizzata dalla presenza di catarro denso e vischioso, viene curata con sciroppi, granulati o compresse a base di fluidificanti, come il sobrerolo, che rendono il muco meno denso e più facile da espellere.

Anche la nostra stessa tavola a offrirci delle soluzioni contro questo fastidioso problema. Una dieta corretta aiuta a mantenere sani i nostri polmoni ed è utile soprattutto in caso di disturbi cronici.

Inoltre curare l'alimentazione può aiutare sia a limitare l'assunzione di farmaci, sia a non ostacolare la loro azione. Ancora più efficace è seguire poche regole di alimentazione corretta non solo quando la tosse è già comparsa, ma anche per prevenirne l'insorgenza.

Mangiare bene per respirare meglio

In generale, una corretta alimentazione aiuta ad aumentare le difese immunitarie per preservare l'organismo dai malesseri e aiutarlo a rimettersi in forza più velocemente dopo la malattia.

Fare il pieno di vitamina C

Il principale alleato del sistema immunitario è la vitamina C, contenuta negli agrumi, nei cachi, nei kiwi, nella zucca, negli spinaci, nelle carote e in tutti gli altri alimenti ricchi di carotenoidi.

Inoltre, la vitamina C aiuta a decongestionare l'epitelio respiratorio, che in presenza di tosse è irritato. Via libera, quindi, anche ai mirtilli, dotati di proprietà antinfiammatorie e alle spremute di arance e limone che, bevute al mattino, aiutano ad affrontare meglio la giornata.

Non dimenticare zinco e vitamina A

Anche lo zinco e la vitamina A sono utili contro le sindromi da raffreddamento. Il primo può essere assunto con il germe di grano, i cereali integrali, i molluschi e la carne, mentre la vitamina A si trova nel latte, nelle uova, nel burro, nelle carote e negli spinaci.

Per la tosse secca l'ideale è una macedonia ben zuccherata. Si può scegliere tra anguria, fragola e melone, oppure un'insalata di kiwi e cetriolo o del succo di crescione. La pera, invece, è indicata anche per la tosse grassa.

E poi miele, e acqua in abbondanza

Altri efficaci rimedi contro le forme con catarro sono il miele d'arancia, di tiglio, di eucalipto, di corbezzolo e di castagno, particolarmente emollienti. Inoltre verza, broccoli e cavolfiori, già utili perché potenti antiossidanti, facilitano l'eliminazione del muco.

Da non dimenticare, poi, che una buona idratazione aiuta il funzionamento del sistema respiratorio. Oltre a bere in abbondanza, è possibile rifornire l'organismo di acqua con brodi, centrifugati di rapa bianca o di ravanello, zuppe e minestre di verdura. Anche il tè e le tisane calde aiutano a fluidificare il catarro.

Gli alimenti da evitare…

In caso di tosse con produzione di muco dovrebbe essere limitato il consumo di cibi grassi, fritti e zuccherati, di latticini e di farinacei, perché favoriscono la produzione di catarro; meglio, quindi, non abbondare con latte, yogurt, formaggi, pane e pasta.

Allo stesso modo è meglio limitare il consumo di spezie, bevande fredde e caffè, che, irritando le vie aeree, possono favorire la tosse.

Dieta variegata ed equilibrata

In ogni caso, è bene avere un'alimentazione variata che permetta al corpo di rifornirsi di diverse forme di energia. Per questo stesso motivo, non bisogna escludere dalla propria alimentazione alcuni cibi, anche se sconsigliati in caso di tosse: meglio ridurne l'uso senza eliminarli completamente.

Questa raccomandazione è particolarmente importante in caso di una tosse lunga e persistente, che richieda più di qualche giorno per scomparire, in modo che l'organismo non venga debilitato da una dieta troppo rigida.

Pasti corti e non troppo abbondanti

Anche l'abbondanza dei pasti influenza il decorso della tosse. Infatti mangiare troppo richiede all'organismo di investire molte energie nella digestione e rallenta il sistema immunitario.

Perciò sono preferibili pasti non troppo abbondanti, ma frequenti. Da evitare i salumi, i formaggi e le carni troppo grasse. Anche i metodi di cottura devono essere il più possibile semplici e privi di condimenti troppo pesanti.