Eventi: La guerra delle Donne - Noppaw - Casa per la Pace - La Filanda

 
 
 
 

 

>>>> approfondimenti

Roma, 27 maggio 2011 - “La Campagna Noppaw è una provocazione unica ed emozionante - dichiara Guido Barbera, presidente di Solidarietà e Cooperazione Cipsi - per un Nobel collettivo a tutte le donne dell’Africa. Non un premio alle intenzioni, bensì a quello che ora fanno le donne africane per costruire e mantenere ogni giorno la pace in Africa”. Dopo la presentazione alla Farnesina lo scorso 25 maggio, la Carovana delle donne africane “Walking Africa”, promossa dalla Campagna Noppaw (Nobel Peace Prize for African Women) grazie ad un progetto cofinanziato dalla DGCS/MAE, si è messa in cammino lungo le strade del mondo per ritornare poi in Italia il prossimo mese di settembre. È stato sottolineato più volte, durante gli incontri italiani, che è tempo di costruire il futuro.

Le donne della carovana, raccontando le loro esperienze e condividendo le loro vite, lanciano un messaggio forte: “L’Europa, il mondo intero, devono rispettare l’Africa, non derubarla delle sue risorse. Vogliamo che vengano sconfitte, anche attraverso i programmi di cooperazione internazionale, tutte le forme di neocolonialismo che ancora attanagliano il continente africano”. Un forte appello a non dimenticare il lavoro e l’impegno delle donne della diaspora, costantemente presenti insieme alle donne d’Africa lungo tutte le strade della carovana: è necessario riconoscere il diritto e la libertà a migrare - si è detto - così come il diritto e la libertà a restare. È necessario riconoscersi, essere capaci di costruire relazioni che portino ad un futuro di pace, che riconoscano e diano valore alle esperienze delle donne africane portandole all’attenzione del mondo.

La Campagna per il Nobel della Pace alle donne africane, si è sottolineato alla Farnesina, è una Campagna collettiva che propone un Nobel collettivo: una Campagna di tutte e tutti coloro che hanno preso su di se la responsabilità di portarla avanti. Per questo gli eventi e gli incontri hanno dato il via ad altre carovane di donne africane che si stanno organizzando in tante parti del mondo. Fino ad arrivare al mese di settembre, in cui l’Italia ospiterà una nuova tappa di questo lungo cammino delle donne d’Africa verso il Nobel per la Pace. Le proposte e le idee lanciate in questi giorni sono molte, ne menzioniamo due in particolare. Un appello, lanciato da Eugenio Melandri, coordinatore di ChiAma l’Africa, ai missionari, ai cooperanti e a tutti coloro che lavorano nel mondo dell’immigrazione affinché ci si metta in rete per fare un lavoro coordinato sulle donne. L’idea è realizzare una grande assemblea delle donne della diaspora africana in Italia, che le metta in contatto con le altre donne in Italia, in Europa e nell’Africa stessa.

La seconda proposta, espressa da Guido Barbera, riguarda il 10 dicembre, giorno della consegna del Nobel per la Pace: “In quella giornata organizziamo, tutti insieme dai villagi dell’Africa alle nostre città, la festa del ‘Walking Africa Day’, scendendo nelle strade, organizzando concerti e spettacoli, mettendo in contatto tutte le realtà della società civile e delle istituzioni che a livello internazionale hanno aderito alla Campagna”. Un inizio concreto di un nuovo modo di relazionarci insieme, di vera cooperazione.

poster-noppaw-016

Presentazione Campagna NOPPAW
Sala delle Conferenze Internazionali della Farnesina
Roma, 25 maggio 2011 (ore 10,00 - 13,30)

APERTURA DEI LAVORI - SALUTI

Guido Barbera, Présidente CIPSI

Walking Africa

Inno della campagna presentato da Amii Stewart, Testimonial Campagna Noppaw

 

Introduzione alla Campagna
Ellen Johnson Sirleaf, Economista e Presidente della LIBERIA (video messaggio)
Michelle Bachelet, Executive Director and Under-Secretary-General, UN Women (video messaggio)
Franco Frattini, Ministro Affari Esteri Italia
Hélène Yinda, Teologa - Cameroun

 

Interventi e testimonianze di donne africane
Sylvie Jacqueline Ndongmo, Presidente FEM.NET - Cameroun
Amany Asfour, Presidente BPW EGYPT - Chairperson Human Resources, Science and Technology Cluster ECOSOCC - Africa Union - Egitto
Bernadette Muongo, coordinatrice Programma di aiuto alle donne vittime dei conflitti - RDC
Rosemary Mugwe, Gender expert - Kenya
Suzanne Ware, Presidente PAG LA YIRI - “Donna fondamento della società” – Burkina Faso
Fatoumata Kane, scrittrice – Mali /Congo
Fatima Mohamed Lmeldeen, Gender expert Sudanese Women Forum On Darfur (SWFOD) - Sudan

Altri interventi

Giuseppina Tripodi, Fondazione Rita Levi-Montalcini Onlus
Parlamentari e rappresentanti di enti pubblici e privati

Presentazione della Candidatura

Patrizia Sentinelli, già Vice Ministro degli Esteri - Italia

Presentazione della Campagna negli Stati Uniti

Clarissa Burt, attrice e giornalista americana

Conclusioni

Nafissatou Ndiaye, rappresentante Ministre du Genre et des Relations avec les associations féminines africaines et étrangères - Senegal
Mara Carfagna, Ministro Pari Opportunità
Elisabetta Belloni, direttrice DGCS MAE
Eugenio Melandri, Coordinatore ChiAma l’Africa

Realizzata in collaborazione con il Ministero degli Affari esteri ed il contributo della DGCS-MAE

Roma, 24 maggio 2011 - Si sta avviando verso la conclusione la carovana delle donne africane “Walking Africa”, promossa dalla Campagna Noppaw (Nobel Peace Prize for African Women). Dopo gli appuntamenti di Fermo e Ancona, il 23 maggio le donne africane hanno incontrato le istituzioni europee presso il Parlamento europeo di Bruxelles. Le donne hanno chiesto ai parlamentari di ascoltare la loro voce, di rabbia e indignazione ma anche di lotta e speranza. All’incontro hanno partecipato, oltre alle istituzioni europee e alle donne africane, Amii Stewart, che ha presentato ufficialmente l’inno “Walking Africa”, da lei dedicato alla Campagna e alle donne africane e Clarissa Burt, testimonial della Campagna negli Stati Uniti.

Dagli incontri sono state lanciate due proposte. Eugenio Melandri, coordinatore di ChiAma l’Africa, che insieme a Solidarietà e Cooperazione Cipsi promuove la Campagna Noppaw, ha lanciato un appello ai missionari, ai cooperanti e a tutti coloro che lavorano nel mondo dell’immigrazione affinché ci si metta in rete per fare un lavoro coordinato sulle donne. L’idea è realizzare una grande assemblea delle donne della diaspora africana in Italia, che le metta in contatto con le altre donne in Italia, in Europa e nell’Africa stessa. “Vogliamo che le donne diventino protagoniste delle relazioni tra Europa ed Africa: in tal modo probabilmente potremmo fare un passo avanti nella costruzione di una cooperazione diversa, fatta di ponti e non di muri”.

La seconda proposta è venuta da Guido Barbera, presidente di Solidarietà e Cooperazione Cipsi, in conclusione dell’incontro al Parlamento europeo: “Il 10 dicembre, giorno della consegna del Nobel per la Pace, organizziamo la festa del ‘Walking Africa’, scendendo nelle strade, organizzando concerti e spettacoli, mettendo in contatto tutte le realtà della società civile e delle istituzioni che a livello internazionale hanno aderito alla Campagna. Assegniamo noi il Nobel alle donne d’Africa, trasformando il milione di dollari che viene attribuito al Nobel per la Pace in un milione di voci che canteranno, corpi che danzeranno, idee che parleranno di vita e di pace”.

La carovana si conclude domani, 25 maggio, con la presentazione della Campagna alla Farnesina a Roma: parteciperà il Ministro degli Esteri Franco Frattini, che ha dato pieno sostegno e appoggio alla Campagna Noppaw.

Per informazioni: Solidarietà e Cooperazione Cipsi, tel. 06.5414894, mail: info@noppaw.org, web: www.cipsi.it e www.noppaw.org.

 

 
 
 
 

Condividi