pane a prezzo concordato

 


NADiRinforma: "Il pane toscano a 1 euro al chilo"; un nuovo progetto di solidarietà orientato a rappresentare un esempio per tentare di fare emergere il disagio che il caro vita nel quale tutti noi siamo immersi sta procurando ad una larga fascia di popolazione. L'iniziativa è stato attivata a Pianoro (Bologna), grazie alla collaborazione fra il "Centro Formazione e Ricerca Don Milani e Scuola di Barbiano" e la Coop Adriatica.

Diversi gli enti e le associazioni che hanno aderito e patrocinato questo progetto sociale, a partire dal Comune di Pianoro, dalla CGIL e dalla casa editrice EMI.
"Quando qualcuno si muove, nessuno può rimanere fermo"

Leggi la lettera ad Arcoiris in merito al tema

UN CHILO DI PANE TOSCANO A UN EURO
UN CHILO DI PANE TOSCANO A UN EURO alla IPERCOOP di via Lame e presto anche altrove se tutti ci impegniamo.
Dell'iniziativa ne ha parlato anche IL RESTO DEL CARLINO.
L'iniziativa è nata in Toscana, si è diffusa a Pianoro e poi, in seguito a una conferenza stampa, è giunta anche a Bologna e speriamo di riuscire ad estenderla a tutta l'Italia!
Allego una mia lettera.
E' urgente che molte persone conoscano questa opportunità che per molte famiglie è troppo importante e che si chieda questo pane perché non rimangano sprovvisti...

Ecco la mia lettera:
CARI AMICI,
allego alla presente una documentazione significativa. Il Centro Formazione e ricerca Don Lorenzo Milani di Vicchio attraverso il gruppo di Pianoro è riuscito a far sì che la COOP Adriatica mettesse in vendita il pane a un euro al chilo. L?iniziativa si sta estendendo ed ora il pane a un euro si trova anche all?Ipercoop Lame di via Zanardi.

L'EMI ha appoggiato e sta appoggiando questa iniziativa cosciente che la povertà è ormai una realtà trasversale che tocca tutti i paesi del mondo.

Ci sentiamo impegnati a dire NO alla guerra e a ogni violenza e di dire SI alla risposta ai bisogni essenziali della persona (sui quali saremo giudicati): il diritto a mangiare, a bere, a vestire, ad avere una casa, alla salute, ad essere accolto e mai emarginato.

Cerchiamo di dare la nostra risposta con le nostre pubblicazioni e con gesti concreti sul territorio.

Chiediamo a ogni persona e a tutte le realtà della società sia a livello istituzionale come a livello di volontariato e di cooperazione o a livello ecclesiale, di fare conoscere l?iniziativa.

Di fronte alla ?crisi? dobbiamo avere la fantasia di inventare nuove strade di solidarietà.

Allego alla presente un minimo di documentazione.

Uniti nella speranza di costruire un mondo nuovo secondo il ?sogno? di Dio.

Bologna, 16 novembre 2005

p. Ottavio Raimondo

missionario comboniano (direttore EMI)

Pane a prezzo concordato
NADiRinforma: già alla fine del 2005 il Centro Formazione e ricerca Don Lorenzo Milani di Vicchio, attraverso il gruppo di Pianoro, riuscì a fare sì che la COOP Adriatica mettesse in vendita il pane toscano ad 1 € al chilo. L'iniziativa, supportata anche dalla EMI , dall' Idea e da N.A.Di.R. , non solo si avviò, ma a distanza di 1 anno persiste e sembra avere riscosso un notevole successo.
Oggi il Paese sta vivendo una fase economica estremamente complicata ed in virtù dell'osservanza del principio di base che i bisogni essenziali della persona (da quello di mangiare a quello di bere, vestirsi, avere un alloggio, curarsi, essere accolto e mai emarginato) vanno salvaguardati, non potevamo non accertarci che la COOP Adriatica, malgrado i rincari dei beni di priam necessità, avesse mantenuto fede all'accordo.
L'incontro con Marco Gaiba che ci ha gentilmente concesso una dichiarazione, ci ha rassicurati in quanto tutti noi possiamo ancora godere dell'offerta che rimane immutata nella distribuzione della COOP Adriatica.
Interviste a cura di Luisa Barbieri: p. Ottavio Raimondo (Direttore EMI-Sermis); Marco Gaiba ( Direttore politiche sociali COOP adriatica)

Produzione: Arcoiris Bologna