Sal & Inf:: Alimentazione e decadimento cognitivo

di Luisa Barbieri
14 febbraio '12
Mangiare in maniera troppo abbondante, soprattutto dopo i 70 anni sembra favorire la perdita di memoria
 
una nuova ricerca condotta presso la Mayo Clinic Study of Aging su di un campione di 1.233 persone di età compresa tra 70 e 89 e liberi da qualsiasi forma di demenza, residenti in Olmsted County, Minn., suggerisce che consumare tra le 2.100 e le 6.000 calorie al giorno può raddoppiare le probabilità di perdere la memoria o di incorrere in uno stato di decadimento cognitivo (MCI). La condizione di MCI rappresenta uno stadio intermedio tra la fisiologica perdita di memoria dovuta ad invecchiamento e la malattia di Alzheimer precoce.
Lo studio verrà presentato al 64° Meeting Annuale dell'American Accademy of Neurology che si terrà a New Orleans tra il 21 e il 28 aprile 2012.
Secondo gli autori, dallo studio è emersa una chiara correlazione dose-risposta tra la quantità di cibo ingerita giornalmente e la possibilità di incorrere in un decadimento cognitivo.
Le persone sottoposte a valutazione hanno registrato quotidianamente su di un questionario alimentare, preventivamente preparato, i cibi e le bevande che hanno consumato ed in seguito sono state suddivise in 3 gruppi in base al loro consumo calorico.
Un terzo dei partecipanti consumava tra le 600 e le 1526 calorie giornaliere, un altro terzo tra le 1526 e le 2143, mentre l'ultimo gruppo ne ingeriva tra le 2143 e le 6000.
La probabilità di MCI si è mostrata più che raddoppiata nei soggetti dell'ultimo gruppo, indipendentemente da storie anamnestiche di diabete, infarto, livello di istruzione ed altri fattori che potrebbero incidere sulla perdita o meno di memoria, mentre nel gruppo di mezzo non è emersa alcuna differenza significativa.

É emersa una stretta relazione tra il mantenimento delle capacità cognitive ed il tipo di alimentazione, ne consegue che sarebbe bene insistere sull'importanza di alimentarsi in maniera adeguata ed in relazione all'età. Come sostengono gli autori:
"Tagliare le calorie e mangiare alimenti che compongono una dieta sana può essere un modo semplice per prevenire la perdita di memoria con l'età"
 

immagine tratta da intoscana.it

 

Note di approfondimento:

 

 

Condividi