via Decumana, 50/F-

40133 Bologna

Tel. 051 381829 / 347 0617840

Fax: 051 3370212

skype: pmnadir

segreterianadir@medicanadir.it

Assoc. Medica Disturbi di Relazione

"associazione a carattere socio-sanitario  destinata  alla cura e alla prevenzione dei Disturbi del Comportamento alimentare (anoressia, bulimia, obesità), inquadrabili nei Disturbi di Relazione, attraverso un'azione diretta sul territorio nazionale con allargamento nel Sud del Mondo attraverso missioni di interscambio "

 

presentazione_rivista

22 >>> pag. 23 <<<< 24
"vorrei parlare di me ..."
Rosalba Di PIazza
I medici dell' Associazione Nadir operano su vari fronti quali anoressia, bulimia, obesità, alcolismo, depressione, e qualsiasi altro disturbo ad essi annesso.
In questa associazione vi sono psicologi, psicoterapeuti, psichiatri che si occupano fondamentalmente della persona, curandola in ogni suo aspetto particolare, entrano in simbiosi con essa prima di sottoporla a farmaci, se necessario, in quanto e' prevista la rieducazione medica tramite soprattutto le parole, i messaggi che vengono dati nel corso delle sedute e psicoterapiche e rieducative. Anche i movimenti del corpo sono molto importanti nel corso del trattamento terapeutico, l'associazione é dotata di una palestra dove si svolgono attività quali la rieducazione al movimento che viene condotto da Lucia, un'istruttrice molto preparata ed accogliente che ci fa sentire tutte nella condizione di migliorarci costantemente. Nella palestra vi sono grandi specchi che col tempo ci aiutano a prendere coscienza di noi stesse, del nostro corpo sia in posizione statica ch ein movimento... sembra sciocco, ma non si può nemmeno immaginare la fatica all'inizio nel guardarsi! Il programma di N.A.Di.R. prevede altri corsi destinati nell'insieme ad aiutarci nel processo di rentegrazione nel sociale: il training autogeno condotto dal Dott. Trecarichi, i gruppi di libera discussione, il gruppo di lettura condotto dal Dott. Geri e dalla Dott.ssa Cristiani, il corso di ballo serale, i seminari, il gruppo di redazione, etc.
Solitamente chi arriva non è in buon buono stato, ossia non è proprio in forma smagliante, e devo ammettere che accedere al programma proposto non è così facile, ci vuole parecchia forza, grandi motivazioni ... l'impegno richiesto è notevole e le difficoltà sono tante, ma ne vale la pena!!
Io sono "ospitata" alla NADIR e ci vado molto volentieri, perché per me è come una casa di accoglienza dove mi sento protetta e dove tutti mi rispettano e di scogli penso di averne superati tanti.
Spesso é la famiglia d'origine che pretende di collocarti in un determinato ruolo al suo interno, detta le sue regole, anzi le impone e se non stai al gioco ... allora sei tagliata fuori! Questo è successo a me. Sono stata "trattata bene" per alcuni anni e di colpo emarginata. Io sono considerata "malata" da tutti i membri della mia famiglia, dicono di me: "è malata, dille che si curi ", oppure non mi considerano proprio e io non mi sento affatto rispettata.
L' associazione mi ha aiutato a cercare di comprenderli e ora so anche di valere anch'io come persona!
Nell'arco di questi anni in parte sto acquisendo sicurezza in me stessa, ho socializzato con tante persone, ho messo su casa, ma soprattutto ... e il merito va a questi medici, in particolare alla Dott.ssa Barbieri e alla Dott.ssa Calzolari (e prima di lei alla Dott.ssa Biavati) è di avermi tirato fuori da una situazione penosissima, così come ho visto fare con tante altre persone che sono passate da qui: mi hanno evitato l'ospedalizzazione in ambiente psichiatrico. Ho potuto evitare un'esprienza che credo mi avrebbe "bollata" per tutta la vita, meglio sforzarsi di venire qui, socializzare, faticare anche, ma ... poi sentirsi delel persone a tutti gli effetti!! Io soffro di un disturbo particolare: ho una venina di paranoia per la quale, in altre condizioni, sarei dovuta andare al CSM. Al CSM vengono curati pazienti con diversi tipi di patologie: soffrono di lievi o gravi danni al cervello e la funzione di quest'ultimo non è più la stessa, è danneggiata. Io sono stata al Malpighi dove vi è il reparto del TSO e assicuro che ho visto delle scene a dir poco raccapriccianti: gente che girava a vuoto, che fissava, con grosse occhiaie e via dicendo. Tutto per i medici è risolvibile con una semplice iniezione a dosi basse o alte a seconda della gravità del male e nella somministrazione di qualche farmaco. Non manco a dire che tutte le persone degenti fumavano e che vi sono stati anche episodi gravi, quali ad esempio quello di una persona che si voleva gettare dal finestrino. Sentivo poi urlare, inveire contro qualsiasi persona, sbattere, episodi di violenza che queste persone continuavano a manifestare.
Tutto questo per dire che l' Associazione mi ha aiutato in questo senso ad essere una persona diversa da loro in tutto e per tutto abbracciando la vita nel suo insieme.
Io a differenza delle persone sopraelencate ho questa famiglia putativa che mi aiuta, mi capisce, crede in me, mi osserva da quando arrivo a quando vado via, mi concede spazi quando ne ho necessità, non mi emargina, mi accoglie al contrario, non fa niente a scopo di lucro, anzi se per dire qualche volta non si può pagare si passerà alla volta successiva; inoltre l' associazione è sempre aperta per coloro che hanno bisogno di supporto medico ( vi sono stati casi presi in carico dalla Dott.ssa Barbieri che venivano da altri ospedali ed erano abbastanza gravi, che lei ha curato ambulatoriamente e con successo).
E' un esempio per tante altre associazioni che dovrebbero nascere. Fare il proprio lavoro con il senso del dovere, correttezza, coraggio e sapendo bene quello che si fa e quello che si sta per compiere, perché ogni volta è un rischio.
Ebbene, qui nei miei confronti stanno facendo in modo che questo non succeda facendomi frequentare l'Associazione, stando vicino a loro e ascoltando i loro consigli. Le parole sono più potenti di una iniezione, se ti entra in testa un messaggio positivo dopo non c'e più verso che lo cancelli! E questo soprattutto la Dott.ssa Barbieri l'ha sempre fatto.
Anche per la bulimia, quando io devo perdere peso, è strano, ma io calo nel momento in cui metto piede nell'ambulatorio della Dott.ssa Luisa. Mah! Avrà una sorta di potere magico! E questo, non solo lei, ma tutti i medici presenti alla NADIR che ci mettono anima e corpo tutti pur di raggiungere il risultato senza pretendere da noi niente, ma in genere chi è sensibile a queste persone (intendo i medici) dà loro soddisfazione, perché veramente persone così ne esistono poche.
Alcune persone si sono allontanate, faccio un po' fatica a capirle, ma avranno avuto i loro validi motivi per farlo: sapevano benissimo cosa perdevano o a che cosa rinunciavano (alcuni) , o altrimenti se non erano a conoscenza, o se non hanno capito fino a fondo quest'Associazione, lo capiranno man mano che dovranno sbattere il muso in situazioni delicate. Allora l' Associazione....
Rosalba Di Piazza
22 >>> pag. 23 <<<< 24
presentazione_rivista
.

pmnadir

About Us | Site Map | Privacy Policy | Contact Us | ©2003 Company Name