associazione medica a carattere socio-sanitario destinata alla cura e alla prevenzione
dei DISTURBI di RELAZIONE,
attraverso un programma clinico di reintegrazione
del soggetto portatore di disagio
oc. Medica N.A.Di.R.
Assoc. Medica Disturbi di Relazione
Tel. 347 0617840
Fax: 051 3370212
skype: pmnadir
 
segreterianadir@medicanadir.it
REDAZIONE di BOLOGNA
di ARCOIRIS TV
La televisione indipendente
della gente, per la gente
N.A.Di.R. informa

 

N.A.Di.R. informa segnala_presentazione
 
13 <<< pag. 14 >>> 15
Associazione nazionale antirazzista ed interetnica «3 febbraio»
NO AL RAZZISMO E ALLA VIOLENZA CONTRO GLI IMMIGRATI
In queste ore stiamo assistendo ad una criminalizzazione e ad un razzismo nei confronti degli immigrati, romeni in particolare, che ha bisogno di una risposta immediata, forte e chiara. A seguito dell'ennesimo episodio di violenza contro una donna lo Stato, i vari politici di governo e opposizione, le forze dell'ordine ma anche settori di società civile, stanno dando prova di una violenza e cattiveria inusitata. Decine di campi rom sono stati sgomberati senza un'alternativa per la gente che ci vive, si moltiplicano le espulsioni e si aizzano i sentimenti peggiori di paura e egoismo della gente. Tanti romeni in questo clima stanno vivendo nella paura ed alcuni sono stati pestati a sangue da un gruppo di squadristi razzisti. Cosa c'entra l'odio che si sta scatenando contro i romeni con la lotta alla criminalità, al degrado che tanta gente chiede? Come è possibile pensare che sgomberare dei campi o dare la caccia a persone la cui colpa è di essere dell'etnia odiata in questo momento, risolva il problema della violenza e della delinquenza? I criminali, chi uccide, chi violenta, chi sfrutta, sono nostri nemici di qualsiasi etnia siano, per questo pensiamo che bisogna unirci contro chi nega la vita da qualsiasi parte del mondo venga. Gli stessi che oggi sfogano la violenza indiscriminatamente contro i romeni, ieri lo facevano contro gli albanesi o gli arabi, domani contro chi? Nel denunciare l'ennesima violenza contro una donna portiamo solidarietà al dolore dei suoi familiari, che anche in questo momento hanno saputo utilizzare parole di amore e di giustizia, non di odio. Pensiamo siano strumentali e falso e strumentale il giro di vite invocato dalle parti politiche contro gli immigrati, pretestuose le misure del decreto-legge Amato sulla sicurezza, perché non è credibile chi si disinteressa della sicurezza quotidiana della gente e in questo momento specula sul dolore e sulla paura. Siamo a fianco di tutte le vittime della violenza, di tanti fratelli e sorelle immigrati che purtroppo sono vittime di oppressione e sfruttamento, di tutti quelli che cercano di arrivare qui e purtroppo trovano la morte in mare, di chi cerca di emigrare per costruire una vita migliore. Ci auguriamo che la gente onesta, solidale, si schieri contro questo clima di violenza, contro la volontà negativa di chi vuole utilizzare le paure per creare divisione e odio. E' importante fermarsi a riflettere pensare quali sono le vere radici dei problemi che viviamo e unirci per risolverli. Non ci fidiamo di chi oggi fomenta l'odio per fini di potere e crediamo che solo attraverso la solidarietà l'unità e la lotta possiamo affrontare la violenza e il crimine che ci rendono la vita difficile.
•  UNITA', SOLIDARIETA' DI TUTTI CONTRO LA VIOLENZA
•  NO AL RAZZISMO E ALLA CRIMINALIZZAZIONE CONTRO I ROMENI E TUTTI GLI IMMIGRATI
•  RITIRO IMMEDIATO DEL PACCHETTO SICUREZZA E DI OGNI LEGGE RAZZISTA
Per questo invitiamo tutti gli antirazzsti, i democratici, le associazioni di immigrati e di solidarietà, i fratelli e le sorelle immigrate a mobilitarsi per lanciare un grande
PRESIDIO SABATO 17/11 ORE 10,30
P.ZZA ROOSEVELT


Per info e adesioni: a3fbologna@libero.it
Tel. 347 9761629 - 347 9815123
F.I.P. via Cuccoli 1/C
L'ombra del razzismo: Ismaila denuncia
N.A.Di.R. informa : Ismaila denuncia l'aggressione subita a Bologna mentre rientrava dal lavoro.
L'ombra del razzismo si fa sempre più pressante, oltre che imbarazzante, sul nostro Paese, cosa sta succedendo a questi Italiani... brava gente ?
L'atteggiamento razzista, sostenuto dalla paura di tutto ciò che si presenta diverso, paura spesso indotta da un'oligarchia mediatica tesa a proporre subdolamente messaggi facilmente decodificabili ma altrettanto facilmente induttori di idee pregiudizievoli e paralizzanti sta prendendo il sopravvento?
Ascoltiamo la testimonianza di uno dei tanti immigrati che hanno dovuto subire l'umiliazione dell'aggressione accompagnata all'indifferenza della gente... Ismaila racconta ...
Leggi la lettera
Realizzato da Arcoiris Bologna
Visita il sito www.a3f.org
Brutto negro torna a casa tua - la testimonianza
N.A.Di.R. informa: Il 28 ottobre 2006 un automobilista bolognese sessantenne aggredisce un noto musicista senegalese a colpi di stampella ortopedica supportando l'aggressione con insulti a sfondo razzista. La vittima che ci ha rilasciato la sua testimonianza si chiama PapMalik Kaire Gueye, percussionista e da tempo collaboratore del Sirena Project, centro culturale per bambini e disabili. Il suo sangue freddo e il suo elevato senso civico gli hanno permesso di non rispondere all'aggressione, limitandosi a bloccare il pusillanime sino all'arrivo delle forze dell'ordine. "Mi fa male al collo e al polpaccio, dove sono stato colpito, ma ciò che mi duole di più è la ferita che questa brutta avventura mi ha procurato nel profondo dell'anima. Voglio parlarne affinché tutti possano essere informati di ciò che purtroppo accade in città e vorrei, con questa mia testimonianza, fare capire anche ai miei fratelli immigrati che solo con la calma, la perseveranza e la lucidità, supportate da ferma determinazione e rispetto delle leggi ci si può affermare prima di tutto quali esseri umani cui è dovuto il rispetto".
Realizzato da Arcoiris Bologna
Visita il sito www.a3f.org
N.A.Di.R. informa segnala_presentazione

13 <<< pag. 14 >>> 15

Creative Commons License
Questo/a opera Ŕ pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
Assoc. Medica N.A.Di.R.
Tel. 347 0617840 -
Fax 051 3370212 - segreterianadir@medicanadir.it

 

About Us | Site Map | Privacy Policy | Contact Us | ©2003 Company Name