associazione medica a carattere socio-sanitario destinata alla cura e alla prevenzione
dei DISTURBI di RELAZIONE,
attraverso un programma clinico di reintegrazione
del soggetto portatore di disagio
oc. Medica N.A.Di.R.
Assoc. Medica Disturbi di Relazione
Tel. 347 0617840
 
skype: pmnadir
 
segreterianadir@medicanadir.it
REDAZIONE di BOLOGNA
di ARCOIRIS TV
La televisione indipendente
della gente, per la gente
N.A.Di.R. informa

 

gruppo multiculturale_ presentazione
15 >>> 16 <<< 17
5 luglio 2008: manifestazione antirazzista
NADiRinforma propone il filmato relativo alla manifestazione antirazzista che si è tenuta sabato 5 luglio 2008 a Bologna. L'evento ha avuto l'innegabile valore di mostrare quanto nel nostro Paese sia pressante il bisogno di condividere da parte della più parte della gente. Gente resa silente dal clima di paura sapientemente indotto e condotto verso un destino di frammentazione di una società già di per sé fragile. Non ci si può più nascondere dinanzi all'emersione di un sentimento razzista che pare inondare le coscienze obnubilandole sino a paralizzarle. Ascoltare le accorate testimonianze di tanti migranti, scambiare opinioni con i nativi, percepire l'emozione di essere parte di un sociale che vuole muoversi verso la conquista del rispetto della dignità umana è utilissimo, se non necessario al fine di ritrovare la speranza che pare essere svanita nei loschi gironi dell'oligarchia politico-economica incentrata su di sé tanto da rischiare l'implosione.
La manifestazione è stata un successo e per la partecipazione, e per i contenuti e per la capacità della cittadinanza presente di manifestare pacificamente, tanto che il solo accenno di scontri all'avvio del corteo è stato immediatamente ed efficacemente contenuto sia dai manifestanti che dalla polizia nel rispetto delle regole democratiche.
Si sono contate un migliaio di presenze che hanno sfilato animate da energia pacifica e pacifista, ma allo stesso tempo determinata e risoluta nelle richieste avanzate. Gli intervenuti provenienti da non solo da Bologna, ma dalla regione Emilia Romagna tutta, si sono schierati dietro ad uno striscione che proclamava: “Siamo tutti più sicuri se i migranti sono liberi!" in contrapposizione al pregiudizio imperante che vuole collocare i migranti nella fascia della criminalità forzosamente ed ingiustificatamente, cercando così di fare emergere i valori che sostengono i concetti di libertà e di democrazia.
La manifestazione si è conclusa dopo circa tre ore in piazza re Enzo lanciando una campagna orientata a promuovere una giornata di sciopero del lavoro migrante ed una grande manifestazione antirazzista nazionale a Roma il prossimo 4 ottobre.
IMPRONTE DIGITALI ...
A TUTTI
oppure
A NESSUNO
 
Bologna, 5 luglio 2008
Manifestazione antirazzista
di Luisa Barbieri
 
La manifestazione lanciata dal Coordinamento Migranti è stata inequivocabilmente un successo e per la partecipazione, e per i contenuti e per la capacità della cittadinanza presente di manifestare pacificamente, tanto che il solo accenno di scontri all'avvio del corteo è stato immediatamente contenuto sia dai manifestanti che dalla polizia che con grandi capacità ha mostrato come preservare un diritto fondamentale in democrazia: dare la parola a tutti nel rispetto comune.
Si sono contate un migliaio di presenze che hanno sfilato animate da energia pacifica e pacifista, ma allo stesso tempo determinata e risoluta nelle richieste avanzate. Gli intervenuti provenienti da non solo da Bologna, ma dalla regione Emilia Romagna tutta, si sono schierati dietro ad uno striscione che proclamava: “ Siamo tutti più sicuri se i migranti sono liberi! " in contrapposizione al pregiudizio imperante che vuole collocare i migranti nella fascia della criminalità forzosamente ed ingiustificatamente, cercando di fare emergere il significato ed il valore che ancora dovrebbero impregnare i concetti di libertà e di democrazia
La manifestazione si è conclusa dopo oltre tre ore in piazza re Enzo, con comizi finali che hanno lanciato una campagna per uno sciopero del lavoro migrante: uno sciopero di tutti i lavoratori contro la legge Bossi-Fini. I diversi coordinamenti propongono, inoltre, una manifestazione antirazzista a livello nazionale a Roma per il prossimo 4 ottobre.
NADiRinforma tende a mostrare ciò che la società civile promuove cercando di stimolare l'informazione cosiddetta ufficiale verso la proposizione di un'azione di empowerment sociale e, nel caso specifico, le rimostranze dei migranti e dei cittadini che credono nella possibilità di costruire una società multiculturale rispettosa della dignità dell'individuo nel rispetto delle leggi nazionali ed universali non è passata dal sistema mediatico, come a nascondere una frangia sempre più sostanziosa del nostro contesto sociale, ci siamo assunti il compito di rendere fruibile a tutti l'evento che al più presto sarà pubblicato.
www.mediconadir.it
www.arcoiris.tv
http://www.coordinamentomigranti.splinder.com/
LA RISOLUZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO
BOCCIA L'ITALIA

Europa: No alla schedatura etnica
 
di Federica Pezzoli (11/07/2008)
La "voce" di Strasburgo, del Parlamento Europeo, si è aggiunta al coro di proteste nostrane, della popolazione italiana, romana - di Piazza dell'Esquilino -, di lunedì scorso. E' di ieri la notizia della "bocciatura-europea" del provvedimento voluto e sostenuto dal Dicastero dell'Interno - 336 voti favorevoli, 220 contrari e 77 astensioni. No! alle impronte digitali dei Rom. No! a chi pensa di censire i bambini Rom. No! alla schedatura etnica. No! al censimento del "diverso". Un No! secco, e di misura, a chi vuole - tanto per cominciare, poi chissà! - "patrocinare" solo chi è italiano - preferibilmente di razza ariana, biondo, di carnagione chiara, con occhi azzurri.
Insomma, per farla breve, l'attuale esecutivo si è "beccato" dal Parlamento Europeo un bel "debito" - ed è stato rimandato a settembre.
Bo-ccia-to! Una "bocciatura-europea" che ritiene, tra l'altro, "inammissibile la violazione dei diritti fondamentali dei bambini e la loro criminalizzazione" e "chiede quindi alla Commissione di verificare la compatibilità delle misure italiane con il diritto Ue".
Evidentemente l'attuale esecutivo necessita di un corso estivo - full immersion -, di "sostegno" - per esempio sulle seguenti materie: Diritto costituzionale (almeno quello italiano), Diritto pubblico, Diritto internazionale (privato e pubblico), Diritto europeo; con l'aggiunta della lettura (almeno una volta) della "Carta costituzionale", della "Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo", della "Convenzione per la Salvaguardia dei Diritti dell'Uomo e delle Libertà Fondamentali", della "Convenzione sui Diritti dell'Infanzia" - tanto per citarne alcune - materie, letture, che potrebbero essere "studiate" quest'estate (è solo un suggerimento) sotto l'ombrellone di qualche "esclusivo - bagno", magari della Costa Smeralda, tra una partita a golf, l'estetista, il parrucchiere, e cene gustose a base di ostriche e champagne - mentre il resto della popolazione (noi), con le tasche vuote - ma anche "diversi", in qualche cosa -, seriamente preoccupata per il suo destino, potrà (gentile concessione, grazie!) passare l'estate nei discount, non per comprare - troppo lusso -, ma per trovare refrigerio dalla calura cittadina, scroccando - si fa per dire - un po' di aria condizionata.
Destino ingrato, di chi è nato in una "famiglia sbagliata!"

 

 

 

 

gruppo multiculturale_ presentazione
15 >>> 16 <<< 17

 

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
Assoc. Medica N.A.Di.R.
Tel. 347 0617840 -
Fax 051 3370212 - segreterianadir@medicanadir.it

 

About Us | Site Map | Privacy Policy | Contact Us | ©2003 Company Name